Expo 2015: al via le prime app di EØ15, piattaforma digitale integrata al servizio dei visitatori

Milano, 4 ottobre 2012 – Sono state presentate oggi, presso la sede di Expo 2015 Spa, le prime applicazioni di EØ15, piattaforma digitale integrata attraverso la quale le imprese possono rivolgersi direttamente ai visitatori dell’Expo per promuovere la propria offerta e far utilizzare i propri prodotti in modo semplice, immediato e facilmente fruibile.

Questo primo nucleo di servizi è stato sviluppato da 6 aziende del settore dei trasporti e dell’infomobilità: ATM, InfoBlu del gruppo Autostrade per l’Italia, SEA, Milano Serravalle - Milano Tangenziali, Trenitalia e TRENORD. Attraverso le applicazioni presentate, i passeggeri in arrivo agli aeroporti di Malpensa e Linate potranno visualizzare in tempo reale lo stato del traffico lungo le principali arterie della città, la situazione aggiornata del trasporto pubblico locale e lo stato del trasporto ferroviario; gli automobilisti in viaggio lungo le tangenziali di Milano potranno conoscere lo stato di occupazione dei parcheggi di corrispondenza; i viaggiatori dei treni in arrivo in città potranno conoscere anticipatamente lo stato dei mezzi pubblici; i visitatori di Milano potranno utilizzare totem interattivi con informazioni integrate e applicazioni per dispositivi mobili.

Grazie ad un percorso multimediale costituito da stand dotati di monitor e totem oggi è stato possibile riprodurre l’esperienza del visitatore fin dal suo arrivo in aeroporto o in stazione, passando per il tragitto su strade e autostrade, per testare dal vivo l’operatività e la funzionalità delle applicazioni.

Nei prossimi mesi saranno progressivamente inclusi quanti vorranno aderire al Progetto Strategico ICT per Expo: altri attori del comparto trasporti - hanno iniziato a collaborare aziende come Ntv, Airpullman e Autostradale; gli operatori dell’accoglienza e del turismo integrato; della cultura e dello spettacolo; del made in Italy; qualsiasi soggetto pubblico o privato voglia contribuire con il proprio patrimonio di dati, servizi, idee.

L’infrastruttura del Progetto Strategico ICT è incentrata sulla Service Delivery Platform di Expo 2015 Spa. Tutte le applicazioni della piattaforma sono contrassegnate da uno specifico “bollino blu” costituito dall’acronimo EØ15 - digital ecosystem - powered by Expo Milano 2015, a garanzia degli standard tecnologici, delle Linee Guida, dei processi, delle regole e degli elementi infrastrutturali abilitanti messi a disposizione degli operatori economici che partecipano all’iniziativa per favorire l’interoperabilità dei servizi ICT e la realizzazione di applicazioni informatiche che offrono funzionalità integrate agli utenti finali. Ogni azienda partecipa alla piattaforma sia mettendo a disposizione servizi ICT di back end che realizzando applicazioni per l’utente finale.

L’evento di oggi costituisce una tappa fondamentale del percorso, iniziato due anni fa, di dialogo e collaborazione tra Expo 2015 Spa e il sistema imprenditoriale rappresentato da Confindustria e Confcommercio. L’obiettivo è creare un unico spazio virtuale in cui le imprese possano intercettare e soddisfare le esigenze degli ospiti dell’Esposizione Universale fornendo loro un panorama completo delle opportunità della città di Milano.

Centrali sono stati anche i Tavoli per Expo realizzati dalla Camera di commercio di Milano che hanno svolto un importante ruolo di confronto e di definizione di progetti e di iniziative che il sistema imprenditoriale intende sviluppare in vista della di Expo 2015 e del periodo successivo. La manifestazione, infatti, porterà a beneficio delle imprese - secondo la Camera di commercio - circa 30 miliardi di indotto, con la possibilità di creare 70 mila posti di lavoro: un effetto anticrisi determinante per il rilancio dell’economia milanese e nazionale.

Quelli illustrati oggi rappresentano i primi risultati operativi della Convenzione per l’attuazione del Progetto strategico ICT, firmata nell’aprile scorso da Giuseppe Sala, AD di Expo 2015 Spa; Diana Bracco, vice presidente di Confindustria per la Ricerca e l’Innovazione; Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano; Alberto Meomartini, presidente di Assolombarda; Giorgio Rapari, presidente del Comitato Expo 2015 di Confcommercio; e Adalberto Corsi, vice presidente vicario di Unione Confcommercio Milano. Il Progetto è stato coordinato da Pietro Guindani e ha avuto la supervisione del partner tecnico e scientifico CEFRIEL – Politecnico di Milano.

Con EØ15 nasce un nuovo approccio nella realizzazione di servizi in grado di cambiare il modo di vivere il territorio, trasformando Milano in una vera e propria Smart City al servizio di cittadini, imprese e istituzioni, per la costruzione di un modello di gestione dei flussi di informazioni modellato sui bisogni degli utenti finali e in grado di interagire con essi.

Il valore di questo progetto non si limita alla validità di quanto finora concretizzato, ma va oltre. Il suo lascito supera i confini temporali di Expo 2015 e costituisce una preziosa eredità e un esempio virtuoso di sviluppo e innovazione per l’intero Paese.