Firmato l’accordo ENAV/SEA per ottimizzare i flussi di traffico degli aeroporti milanesi

Una procedura operativa che consente lo scambio di informazioni tra tutti gli operatori in aeroporto risparmiando tempo e risorse e diminuendo gli impatti ambientali dell’attività aeronautica

Linate,17 febbraio 2012 - SEA, Società Esercizi Aeroportuali, ed ENAV, la Società nazionale per l’assistenza al volo, hanno firmato oggi un Memorandum d'intesa per dare attuazione al Programma A-CDM (Airport Collaborative Decision Making) finalizzato al miglioramento della gestione dei flussi di traffico del sistema aeroportuale di Milano e all’ottimizzazione dei processi legati all’utilizzo delle infrastrutture e delle risorse aeroportuali.
Si tratta di una piattaforma informatica che viene condivisa da tutti i soggetti coinvolti nel processo operativo, finalizzata ad ottimizzare la gestione dei voli per migliorare i tempi di rotazione e l’assistenza degli aerei a terra. In Italia A-CDM sarà sperimentato, oltre che a Malpensa e Linate, a Fiumicino e Venezia, mentre è già attivo in altri aeroporti europei, fra cui, Monaco, Francoforte, Parigi e Bruxelles dove sono stati raggiunti importanti risultati quali: riduzione dei ritardi, miglioramento nella pianificazione delle partenze, aumento della prevedibilità degli eventi, miglior uso degli slot e ottimizzazione dell’utilizzazione di tutte le risorse aeroportuali. Ciò consente concreti benefici per gestore aeroportuale, vettori aerei, fornitori di servizi di controllo del traffico aereo e fornitore di servizi di assistenza a terra. Il Memorandum tra SEA ed ENAV – sottoscritto dal Presidente SEA, Giuseppe Bonomi, e dall’Amministratore Unico di ENAV, Massimo Garbini - nasce dall’esigenza di rendere quanto prima operativo il progetto di Airport Collaborative Decision Making che, secondo le indicazioni date da Eurocontrol, e raccolte dalla Commissione Europea, a tutti i fornitori europei di servizi alla navigazione aerea, dovrà essere completato nell’ambito delle tempistiche del Cielo Unico Europeo. La realizzazione dell’A-CDM sugli aeroporti di Malpensa e di Linate è prevista entro il 2013 all’interno del Local Single Sky Implementation Plan Italy Years 2011-2015

Dichiarazione del Presidente SEA, Giuseppe Bonomi: In questo modo SEA fa un passo avanti nell’ottimizzazione dell’air traffic flow management, posizionandosi tra gli aeroporti europei più all’avanguardia. Questo accordo consente una riduzione della congestione nei momenti di picco, una migliore pianificazione delle partenze, una migliore gestione delle risorse degli attori coinvolti. Voglio però sottolineare che in questo modo aumentano i livelli di safety e si riduce l’inquinamento ambientale due priorità dei nostri aeroporti che si distinguono per l’impegno nelle problematiche del cambiamento climatico e sono accreditati con il livello di neutralità del programma Airport Carbon Accreditation grazie alle azioni messe in campo per la riduzione di CO2”.

 Dichiarazione dell’Amministratore Unico ENAV, Massimo Garbini: “Con la firma di oggi ENAV prosegue il suo impegno per migliorare sempre più le diverse performance che possono rendere uno scalo moderno e efficiente. Malpensa e Linate rappresentano importanti campi di prova di questo nostro impegno. Solo la crescita coordinata di tutti gli attori del comparto aereo può infatti recare al sistema Italia ed al passeggero quei benefici non solo auspicati, ma doverosamente dovuti da Società come ENAV che fanno della sicurezza e della regolarità del servizio la propria missione istituzionale”.