Modello di Organizzazione e Gestione

Sin dal 2003, SEA ha adottato un Modello di Organizzazione e Gestione in linea con le disposizioni del Decreto Legislativo n. 231/2001, e tenendo conto delle Linee Guida pubblicate da Confindustria, al fine di assicurare condizioni di correttezza e di trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali. 

Il Modello di Organizzazione e Gestione, che è stato modificato e integrato da ultimo con delibera del Consiglio di Amministrazione del 28 giugno 2018, riporta i principi adottati e l’attività svolta da SEA per prevenire i reati oggetto del D.Lgs. n. 231/2001 ed evitare l’incorrere nelle fattispecie di responsabilità amministrativa e penale delle persone giuridiche prevista dal medesimo decreto.

Il Modello di Organizzazione e Gestione adottato da SEA è composto da due parti:

  • una Parte Generale;
  • una Parte Speciale, predisposta per le diverse categorie di reato contemplate nel Decreto.

Le due parti del Modello di Organizzazione e Gestione

La Parte Generale, approvata dal Consiglio di Amministrazione, illustra e descrive in sintesi: i contenuti e le implicazioni del D.Lgs. n. 231/2001, i principi base e gli obiettivi del modello, gli adempimenti posti in essere per adeguarsi alla normativa, i principi ispiratori posti a base dei protocolli aziendali e del sistema di deleghe/procure per l’esercizio dei poteri, il sistema sanzionatorio, i destinatari e l’ambito di applicazione del modello, il compito e la responsabilità dell’Organismo di Vigilanza, le modalità di diffusione ed informativa e le modalità di controllo e di aggiornamento del modello.

La Parte Speciale, approvata dal Consiglio di Amministrazione su proposta dell’Organismo di Vigilanza, integra il contenuto della Parte Generale e individua e indica: 

  • le tipologie di reato previste dal D.Lgs. n. 231/2001;
  • le attività sensibili ritenute più specificatamente a potenziale rischio reato;
  • i principi generali di comportamento cui devono attenersi i destinatari del Modello di Organizzazione e Gestione al fine di impedire il verificarsi dei delitti previsti;
  • i principi procedurali specifici adottati quali misure di prevenzione (protocolli).

Inoltre, la Parte Speciale si pone in stretta connessione con i singoli componenti del Modello di Organizzazione e Gestione periodicamente aggiornati dalla Società.

Sono elementi costitutivi del Modello di Organizzazione e Gestione di SEA: 

  • mappatura dei rischi;
  • Codice di Condotta;
  • sistema organizzativo aziendale;
  • sistema procedurale aziendale;
  • poteri autorizzativi e di firma;
  • sistema di controllo di gestione;
  • sistema premiante e apparato sanzionatorio;
  • comunicazione e formazione del personale;
  • sistema informativo aziendale;
  • sistema di governance aziendale;
  • altre attività di controllo.

A chi si rivolge il Modello di Organizzazione e Gestione

I destinatari del Modello sono tutti coloro che operano per il conseguimento dello scopo e degli obiettivi della Società, e quindi i componenti degli organi sociali (Amministratori e Sindaci) ed i dipendenti di SEA, nonché i soggetti esterni che si rapportano con la Società (consulenti, clienti, fornitori).
Ciascun destinatario è tenuto a conoscere il Modello, a contribuire attivamente alla sua attuazione, così come a segnalarne all’Organismo di Vigilanza le eventuali carenze. 

Informazioni

Per segnalazioni e/o informazioni sul Modello di Organizzazione e Gestione ex D. Lgs. n. 231/2001 rivolgersi a:

Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. n. 231/2001
orgvigilanzainterna@seamilano.eu

Società per Azioni Esercizi Aeroportuali SEA
20090 Segrate Milano - Aeroporto Milano Linate