Materiality Matrix

Il punto di partenza del nostro processo di revisione della matrice di materialità è rappresentato dalle cinque business challenges che definiscono il nostro orizzonte di medio periodo dell'azienda-

1. Qualità della gestione e dello sviluppo del capitale infrastrutturale

Nuovi Master Plan per Malpensa e Linate fondamentali per la strategia di sviluppo.
Evoluzione infrastrutturale dei due scali in coerenza con la visione strategica di lungo periodo.

2. Sviluppo Business Aviation

Breve-medio raggio: ulteriore sviluppo dei vettori low cost.
Lungo raggio: sviluppo nuovi vettori e collegamenti; sviluppo traffico incoming extra-UE.
Cargo: consolidamento di Malpensa come hub merci.

3. Crescita Business Non Aviation

Ulteriore diversificazione e ampliamento dell’offerta commerciale.
Estensione del modello commerciale di Malpensa Termina 1 a Linate e Malpensa Terminal 2.

4. Qualità e digitalizzazione dei servizi ai passeggeri

Migliorare accoglienza e vivibilità dei terminal.
Assicurare personale di front-line adeguatamente formato e migliorare la comunicazione con i passeggeri.

Diventare operatore aeroportuale di riferimento a livello europeo per l’innovazione digitale.

5. Efficienza e produttività

Migliorare la produttività continuando il percorso di efficientamento avviato negli anni passati.
Significativo piano di riorganizzazione, da gestire in un mutato contesto normativo.
Costi esterni: ridefinizione di volumi e delle condizioni di acquisto.

Nel 2018 è stato realizzato il processo di deep review della matrice di materialità con l’individuazione delle issues rilevanti adottando tre diverse prospettive, per ciascuna delle quali sono state acquisite fonti documentative adeguate:

  • Company View: definisce le linee di sviluppo del business, il livello di coerenza tra valori corporate e prassi organizzative e mappa dei principali rischi;
  • Stakeholder View: individua - attraverso studi, survey, workshop e altri momenti di interazione – i temi chiave del rapporto tra azienda e interlocutori di riferimento;
  • Context View: consente di cogliere le tematiche ESG emergenti o in forte ascesa all’interno dell’industry di riferimento, attraverso: a) una analisi approfondita delle issues maggiormente presenti nei report dei principali player dei settori aviation e infrastrutture; b) una disamina delle fonti normative (sia hard law che soft law) nazionali e internazionali; c) una estrazione di news circolanti nel dibattito pubblico internazionale (in particolare attraverso il social media Twitter ) aventi come tema chiave la sostenibilità e come protagonisti i player del mondo dell’aviazione.

Tale analisi è inoltre stata nuovamente condivisa con il Consiglio di Amministrazione in occasione dell’approvazione della Dichiarazione Non Finanziaria 2018, in data 28 febbraio 2019.

Nel 2019, la stessa analisi è stata presentata al Comitato Controllo Rischi e Sostenibilità del Gruppo SEA tenutosi in data 24 settembre. Non essendo intervenute, da allora sino a fine esercizio, situazioni societarie tali da richiedere un aggiornamento, l’analisi di materialità realizzata nel 2018 non ha subito modifiche.

Il processo di mappatura ha portato all’individuazione di 43 issues potenzialmente considerabili come “materiali”, sottoposte alla valutazione del management  SEA e degli stakeholder.

La fase di valutazione delle issues, attraverso la somministrazione di un questionario on line, ha coinvolto:

  • 78 soggetti esterni, appartenenti alle principali categorie di stakeholder dell’azienda (di cui il 75% business e il 25% sociali);
  • 23 manager SEA, riferibili al Presidente, ai tre Chief e ai loro primi riporti organizzativi.

Le 18 issues risultate come maggiormente rilevanti in base alla visione congiunta di management e stakeholder esterni sono andate comporre la matrice di materialità 2018-2020

Materiality  matrix

Materiality  matrix