Materiality Matrix

Il punto di partenza del nostro processo di revisione della matrice di materialità è rappresentato dalle cinque business challengesche definiscono il nostro orizzonte di medio periodo e che costituiscono i capisaldi del Piano Industriale 2016-2021.

1. Qualità della gestione e dello sviluppo del capitale infrastrutturale

Nuovi Master Plan per Malpensa e Linate fondamentali per la strategia di sviluppo.
Evoluzione infrastrutturale dei due scali in coerenza con la visione strategica di lungo periodo.

2. Sviluppo Business Aviation

Breve-medio raggio: ulteriore sviluppo dei vettori low cost.
Lungo raggio: sviluppo nuovi vettori e collegamenti; sviluppo traffico incoming extra-UE.
Cargo: consolidamento di Malpensa come hub merci.

3. Crescita Business Non Aviation

Ulteriore diversificazione e ampliamento dell’offerta commerciale.
Estensione del modello commerciale di Malpensa Termina 1 a Linate e Malpensa Terminal 2.

4. Qualità e digitalizzazione dei servizi ai passeggeri

Migliorare accoglienza e vivibilità dei terminal.
Assicurare personale di front-line adeguatamente formato e migliorare la comunicazione con i passeggeri.

5. Efficienza e produttività

Migliorare la produttività continuando il percorso di efficientamento avviato negli anni passati.
Significativo piano di riorganizzazione, da gestire in un mutato contesto normativo.
Costi esterni: ridefinizione di volumi e delle condizioni di acquisto.

Nel 2018 è stato realizzato il processo di deep review della matrice di materialità con l’individuazione delle issues rilevanti adottando tre diverse prospettive, per ciascuna delle quali sono state acquisite fonti documentative adeguate:

  • Company View: definisce le linee di sviluppo del business, il livello di coerenza tra valori corporate e prassi organizzative e mappa dei principali rischi;
  • Stakeholder View: individua - attraverso studi, survey, workshop e altri momenti di interazione – i temi chiave del rapporto tra azienda e interlocutori di riferimento;
  • Context View: consente di cogliere le tematiche ESG emergenti o in forte ascesa all’interno della nostra industry di riferimento.

Il processo di mappatura ha portato all’individuazione di 43 issues potenzialmente considerabili come “materiali”, sottoposte alla valutazione del management  SEA e degli stakeholder.

La fase di valutazione delle issues, attraverso la somministrazione di un questionario on line, ha coinvolto:

  • 78 soggetti esterni, appartenenti alle principali categorie di stakeholder dell’azienda (di cui il 75% business e il 25% sociali);
  • 23 manager SEA, riferibili al Presidente, ai tre Chief e ai loro primi riporti organizzativi.

Le 18 issues risultate come maggiormente rilevanti in base alla visione congiunta di management e stakeholder esterni sono andate comporre la matrice di materialità.

Materiality  matrix