Accesso alle energie rinnovabili per le aree rurali del Malawi

Il progetto è promosso da COOPI, la maggiore organizzazione di cooperazione internazionale italiana in termini di capitale gestito per i progetti (39 milioni di euro) ed una delle più antiche realtà nel settore (45 anni di lavoro sul campo). Attualmente opera in 21 Paesi con 193 progetti umanitari, 98 d’emergenza, 95 di sviluppo.

SEA partecipa al progetto in qualità di partner finanziario privato per integrare i fondi assegnati a Coopi dall’Unione Europea, corrispondenti all’80% circa del valore totale del progetto.

Con questo progetto si intende promuovere la diffusione e l’utilizzo di energie rinnovabili, impegnandosi nella formazione e sensibilizzazione delle comunità presso le quali saranno utilizzate. Tutto questo con l’obiettivo di rendere accessibile al maggior numero possibile di persone l’energia elettrica, frenare il processo di deforestazione, migliorare la qualità della vita delle persone coinvolte e favorire il fiorire di piccole attività economiche che beneficeranno di questa risorsa.

Le azioni previste dal progetto sono:

  1. Sensibilizzazione e formazione delle comunità (8.000 persone circa) sulla costruzione e sull’uso delle cucine economiche.
  2. In corrispondenza di 6 dighe, costruzione di 6 torri d’acqua di 6 m di altezza; formazione di 6 comitati sulla loro gestione e manutenzione; fornitura 6 pompe a energia solare, tubature e serbatoi dell’acqua (come prestito); monitoraggio sull’aumento di entrate, parte delle quali saranno usate per la manutenzione (10%) e parte per il rimborso del prestito entro 3 anni. Il rimborso del prestito sarà poi riutilizzato per riproporre le stesse attività su altre 6 comunità sempre nel distretto di Kasungu.
  3. Fornitura di: 20 pannelli solari ad altrettanti villaggi; 2 presse manuali che permetteranno a 20 comunità di estrarre olio dai semi di jatrophia; 5 motori che funzionano a biocarburante derivante da mais e da altri prodotti per piccole attività locali. Formazione e pianificazione sulla gestione delle risorse del legname della foresta circostante; fornitura di 1.000 unità di piccoli pannelli solari (75 Wh) per uso domestico come incentivo alle famiglie coinvolte affinché piantino nuovi alberi di jatrophia e piante locali in un’area deforestata di 20 km; fornitura delle sementi, supporto tecnico, monitoraggio e pianificazione per questa riforestazione.
  4. (Isola di Likoma) Prestito da restituire in 3 anni per 1 pannello solare e 1 generatore eolico; formazione su utilizzo e manutenzione. L’energia fornita in questo modo servirà per le attività economiche locali.
  5. Fornitura di 5 grandi pannelli solari (2000 Wh) che forniscano energia a 5 scuole; formazione alle amministrazioni scolastiche sulla raccolta di fondi per il mantenimento degli impianti e sensibilizzazione agli studenti sulle energie rinnovabili.

Il progetto si svolgerà lungo un arco temporale di 4 anni, a partire da luglio 2011.

SEA ha scelto di sostenere COOPI in questa iniziativa in conseguenza degli importanti risultati che l’azienda sta ottenendo sul fronte del contenimento dei consumi energetici e, conseguentemente, della riduzione della propria carbon footprint. Attraverso i propri progetti di energy saving SEA ha risparmiato 9600 megawatt tra il 2009-2010. Dal 2011 intende trasferire idealmente questo risparmio nei PVS, in un’ottica di cooperazione internazionale e di facilitazione dell’accesso alle energie rinnovabili che costituiscono un complemento importante, in ottica di sostenibilità, della mission di connettività e rapida accessibilità fisico-geografica propria di un aeroporto internazionale.