Il settore

L’Italia è al 5° posto in Europa per volumi di traffico

Il settore del trasporto aereo è fortemente correlato all’andamento economico, sia internazionale che di singole aree geografiche.

La complessità delle variabili che incidono sull’andamento del settore del trasporto aereo impone allo stesso di intraprendere una fase di profondo cambiamento, che si sta focalizzando in una strategia di integrazione tra vettori per il raggiungimento di economie di scala, finalizzate anche alla riduzione dei costi operativi.

I gestori aeroportuali, la cui attività è fortemente correlata alle strategie di sviluppo dei vettori, risentono della volatilità del panorama di riferimento e, soprattutto in Europa, oltre a subire gli effetti della crisi dell’area si muovono in un contesto molto competitivo, determinato dalla limitata offerta aggiuntiva di capacità aeroportuale che rende particolarmente importante la realizzazione di investimenti infrastrutturali destinati a coprire tale gap, al fine di assecondare l’atteso incremento della domanda nel medio periodo.

Il settore del trasporto aereo è soggetto infine a una significativa attività di regolamentazione, le cui evoluzioni incidono anche sulle scelte strategiche di vettori e scali, definendone molto spesso i relativi percorsi di business.

In un contesto economico come quello dell’Unione Europea, nel confronto fra i vettori che operano in concorrenza e gli aeroporti che operano in regime di monopolio naturale, un’efficiente regolazione risulta comunque ancora un fattore fondamentale per perseguire l’obiettivo di massimizzazione della qualità del servizio reso ai passeggeri.

Il sistema aeroportuale italiano

Highights

  • Nel 2014, gli aeroporti italiani hanno trasportato quasi 150,3 milioni di passeggeri.
  • Il tasso di crescita rispetto al 2013 anni è pari al 4,5%.
  • Nel corso del 2014, il traffico cargo merci a livello europeo ha conosciuto una crescita del 3,85 con un totale di quasi 11 milioni di tonnellate di merci processate. Tra i principali aeroporti del settore cargo a livello europeo, Malpensa risulta essere il primo aeroporto per crescita percentuale (+9,1%).

Criticità

  • Frammentazione del traffico commerciale su un numero rilevante di aeroporti (47 scali);
  • difficile accesso agli aeroporti, caratterizzati da collegamenti insufficienti;
  • mancanza d’intermodalità, soprattutto con ferrovia (sono 6 gli aeroporti italiani collegati con la rete ferroviaria e tra questi solo Malpensa con l’Alta Velocità);
  • assenza di una pianificazione nazionale e regionale efficiente. I Piani Regionali dei Trasporti (PTR) risalgono agli anni ‘90 e in molti casi non sono neppure stati attuati

Tipologia di collegamenti ferroviari agli aeroporti italiani

Tipologia  di collegamenti ferroviari agli aeroporti italiani

Fonte: “Studio sullo sviluppo futuro della rete aeroportuale nazionale quale componente strategica dell’organizzazione infrastrutturale del territorio”, redatto nel 2009-2010 da One Works, KPMG, Nomisma per conto di ENAC.
Fonte: Bilancio di Sostenibilità 2012

Al contrario di quanto avviene nei principali paesi europei, in Italia il traffico risulta meno concentrato nei grandi aeroporti con più di 10 milioni di passeggeri e più distribuito invece negli scali medi e negli scali con meno di 5 milioni di passeggeri.

Distribuzione del traffico aereo in Europa per classe di aeroporto

Distribuzione del traffico aereo in Europa per classe di aeroporto

Fonte: “Studio sullo sviluppo futuro della rete aeroportuale nazionale quale componente strategica dell’organizzazione infrastrutturale del territorio”, redatto nel 2009-2010 da One Works, KPMG, Nomisma per conto di ENAC
Fonte: Bilancio di Sostenibilità 2012

Le sfide del sistema aeroportuale italiano al 2030

Gli aeroporti e i territori del Paese nel prossimo ventennio sono chiamati a un’importante sfida, che consiste nel riuscire ad intercettare il raddoppio dei volumi di passeggeri previsto entro il 2030 e il conseguente indotto in termini di occupazione e di prodotto interno lordo.

Previsione di crescita passeggeri negli aeroporti italiani al 2030

Previsione di crescita passeggeri negli aeroporti italiani al 2030

Fonte: “Studio sullo sviluppo futuro della rete aeroportuale nazionale quale componente strategica dell’organizzazione infrastrutturale del territorio”, redatto nel 2009-2010 da One Works, KPMG, Nomisma per conto di ENAC
Fonte: Bilancio di Sostenibilità 2012