Regolamenti

SEA opera nel rispetto delle norme e dei regolamenti internazionale, seguendone lo sviluppo e facendo evolvere con essi procedure di azione e struttura organizzativa.

La  regolamentazione  dell’attività  aeroportuale  può essere schematicamente suddivisa in due livelli:

  • nel primo si pongono le condizioni per l’accesso al mercato della gestione aeroportuale (costruzione delle infrastrutture e operatività degli scali) e vengono attivate  forme  di  controllo  del  complessivo  potere  di mercato dei gestori;
  • nel secondo si regolano le modalità di accesso all’infrastruttura  (principalmente  attraverso  l’allocazione dei diritti di decollo e di atterraggio e la fissazione dei diritti  aeroportuali)  e  di  fornitura  dei  servizi  di handling e commerciali.

Di seguito si elencano gli enti posti a presidio dell’attività di regolamentazione.

Enti regolatori

ENAC

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile è un ente pubblico non economico che rappresenta, in base all’articolo 687 del Codice della Navigazione, “l’autorità unica  di  regolazione  tecnica,  certificazione,  vigilanza  e controllo nel settore dell’aviazione civile”, che agisce nel rispetto dei poteri di indirizzo del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nello svolgimento delle proprie funzioni, l’ENAC si attiene alla normativa comunitaria e detta le regole nei seguenti settori:

  • Safety and security;
  • Controllo qualità erogata ai passeggeri;
  • Regolamentazione economica;
  • Regolazione aeroporti;
  • Regolamentazione.

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti esercita anzitutto funzioni di vigilanza, indirizzo e controllo sull’attività dell’ENAC. L’ENAC e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti collaborano per:

  • la programmazione dell’organizzazione del trasporto aereo;
  • la pianificazione e lo sviluppo del settore aeroportuale;
  • la predisposizione degli accordi internazionali e bilaterali;
  • l’elaborazione  della  normativa  di  adeguamento  ai principi e alle disposizioni internazionali;
  • lo studio di particolari tematiche inerenti il settore.

ICAO

L’ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile) è l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite la cui mission è quella di sviluppare un sistema di gestione dell’aviazione civile internazionale che sia sicuro ed efficiente, nonché sostenibile. Tra le attività dell’ICAO rientrano l’elaborazione e l’aggiornamento della normativa del settore aeronautico recepita dai 190 Stati aderenti, al fine di garantire il livello minimo di sicurezza.

EASA

L’Agenzia  Europea  della  Sicurezza  Aerea  è  un  ente giuridico che si occupa di definire i livelli comuni di sicurezza  e  di  protezione  ambientale  nel  settore dell’aviazione civile tra i paesi aderenti all’Unione Europea.

EUROCONTROL 

È l'organizzazione intergovernativa europea per la sicurezza della navigazione aerea, conta 38 stati membri e ha come obiettivo primario lo sviluppo di un sistema ATM (Air Traffic Management) paneuropeo per uso civile e militare, che mantenga elevato il livello di sicurezza in un ottica di contenimento dei costi e del rispetto dell'ambiente, in accordo al concetto base del Cielo Unico Europeo (SES - Single European Sky).

Assoclearance

Assoclearance  è  l’Associazione  Italiana  Gestione Clearance e Slots composta da compagnie aeree e da gestori aeroportuali italiani con il compito di ottimizzare la distribuzione delle bande orarie e l’attribuzione degli slot ai vettori, tenendo conto delle richieste e della storicità. L’Associazione fornisce ad ENAC informazioni  tempestive  e  puntuali  in  merito  all’elenco delle bande orarie assegnate e alle relative variazioni intervenute nel corso della stagione di traffico sui singoli aeroporti, anche in considerazione della recente circolare  ENAC  che  prevede  l’emissione  di  sanzioni per gli operatori non ottemperanti alla normativa comunitaria e nazionale in materia.

ARPA

Le Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) sono enti di diritto pubblico dotati di autonomia  amministrativa,  organizzativa  e  contabile  che svolgono attività e servizi volti a supportare le scelte di  politica  ambientale  delle  Regioni,  delle  Province, dei Comuni, delle Comunità Montane, delle ASL e di altri enti pubblici in territorio regionale. L’attività  delle  ARPA  si  ispira  all’approccio  proposto dalle più recenti normative nazionali ed europee: raccogliere ed elaborare dati ambientali, fondati e attendibili, da fornire agli organi di governo per supportarne le decisioni sul  territorio,  e  al  cittadino  perché possa  conoscere  e  valutare.  Le  ARPA  regionali  sono fortemente  coinvolte  nell’attività  delle  Commissioni aeroportuali e sui temi dell’inquinamento acustico attuano  un  periodico  controllo  sulla  correttezza  e  la congruità dei monitoraggi operati sul territorio.

Altri enti

In aeroporto è presente un numero consistente di altri enti  istituzionali:  ENAC,  Carabinieri,  Agenzia  delle Dogane, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Corpo Forestale dello Stato, Sanità Aerea, Ufficio Veterinario, Vigili del Fuoco, che contribuiscono, ciascuno per la propria mission, al buon andamento  delle  attività  e  con  i  quali  il  gestore aeroportuale intraprende costanti rapporti di reciproca collaborazione.